Necessità di considerare ai fini pensionistici i periodi non lavorati in regime di part time verticale

trib-fi-829-2017

In caso di lavoro part time ‘verticale’ (comprendente periodi dell’anno in cui non viene prestata alcuna attività lavorativa) l’anzianità maturata ai fini del calcolo del diritto alla pensione deve ricomprendere i periodi di lavoro non prestato, applicando i principi enunciati dalla Corte Europea di Giustizia nella sentenza n. 395 del 2010 e ripresi dalla Suprema Corte dei Cassazione (Sez. Lav. n. 8565/2016)

Tribunale di Firenze, sentenza 10.10.2017 n. 829, Est. Torcini