impresa non soggetta a fallimento – necessità di accertamento ai fini inps (Fondo di garanzia) – compensazione delle spese

trib-ch-28-7-2015

Accertata la non assoggettabilità dell’impresa al fallimento per credito azionato inferiore alla soglia di fallibilità, l’istanza di fallimento va respinta ma le spese vanno compensate stante l’orientamento del Giudice del Lavoro in punto di necessità dell’attivazione della procedura prefallimentare per i benefici previdenziali a carico INPS

Tribunale di Chieti – Decreto 28 luglio 2015 – Est. Valletta

 

Nota redazionale:

La pronunzia non è di Giudice toscano, ma vale la pena pubblicarla ugualmente per l’effettivo riconoscimento dell’inopportunità di gravare delle spese – anche in caso di resistenza del fallendo – il lavoratore costretto a instaurare la procedura prefallimentare se non altro per accedere ai benefici INPS