Categoria: Fondo di Garanzia

impresa non soggetta a fallimento – necessità di accertamento ai fini inps (Fondo di garanzia) – compensazione delle spese

trib-ch-28-7-2015

Accertata la non assoggettabilità dell’impresa al fallimento per credito azionato inferiore alla soglia di fallibilità, l’istanza di fallimento va respinta ma le spese vanno compensate stante l’orientamento del Giudice del Lavoro in punto di necessità dell’attivazione della procedura prefallimentare per i benefici previdenziali a carico INPS

Tribunale di Chieti – Decreto 28 luglio 2015 – Est. Valletta

 

Nota redazionale:

La pronunzia non è di Giudice toscano, ma vale la pena pubblicarla ugualmente per l’effettivo riconoscimento dell’inopportunità di gravare delle spese – anche in caso di resistenza del fallendo – il lavoratore costretto a instaurare la procedura prefallimentare se non altro per accedere ai benefici INPS

Fondo di garanzia INPS – intervento in favore di lavoratori dipendenti di imprese non più soggette a fallimento per decorso del termine a quo dalla cancellazione dal registro delle imprese – sussistenza – prova certa dell’insolvenza per le somme coperte dal Fondo di garanzia – Non necessità di esperire l’esecuzione forzata sicuramente negativa

sent-51-2015

 

Ove l’impresa datrice di lavoro, astrattamente assoggettabile a procedura concorsuale,  sia cancellata da oltre un anno dal Registro delle Imprese e non sia più, pertanto, possibile richiederne il fallimento, l’intervento del Fondo di Garanzia per i crediti retributivi non pagati può essere fatto valere dal lavoratore  sulla base delle norme che ne disciplinano l’intervento per i dipendenti delle imprese non soggette al fallimento.

Ove sussista prova certa che l’azione esecutiva nei confronti dei soggetti obbligati non sarebbe in grado di coprire gli importi garantiti dal Fondo di Garanzia, quest’ultimo è tenuto all’intervento senza necessità, per il lavoratore, di esperire ulteriori inutili azioni esecutive di cui risulta certo il carattere vano

Tribunale di Firenze, Sentenza n. 51/2015, Est. Santoni Rugiu

INPS – Fondo di garanzia – Illegittima la pretesa dell’Istituto della consegna del titolo esecutivo originale

Trib-PI-29.5.2013

Fondo di Garanzia gestito dall’INPS – E’ illegittima la pretesa dell’Istituto di subordinare l’intervento del Fondo alla consegna – da parte del lavoratore – del titolo esecutivo originale, ottenuto nei confronti di datore di lavoro non soggetto a procedure concorsuali. Tutti gli elementi necessari all’Istituto per provvedere all’intervento del Fondo e surrogarsi nella posizione del lavoratore, infatti, possono risultare anche da una semplice copia conforme del titolo. Il titolo esecutivo originale, inoltre, è invece necessario al lavoratore per poter procedere all’eventuale recupero di somme a lui dovute ma non coperte dal Fondo di Garanzia.

Tribunale di Pisa, Ordinanza 29.5.2013 (proc. n. 605/2013) – Est. Tarquini

Intervento Fondo di Garanzia

Circ. INPS 4.3.2010 n. 32

Circolare numero 32 del 04-03-2010

Insolvenza del datore di lavoro – Pagamento TFR – Intervento Fondo di Garanzia

Circ. INPS n. 74 del 15.7.2008

Circolare numero 74 del 15-7-2008