Categoria: Licenziamento collettivo

Centro unico di imputazione del rapporto di lavoro – licenziamento collettivo

Trib-ms-124-2014

Pluralità di società – Centro unico di imputazione del rapporto di lavoro – Requisiti per il relativo accertamento – Conseguente accertamento del requisito dimensionale di impresa assoggettata a “tutela reale” – licenziamento di cinque lavoratori nell’arco di 120 giorni riconducibile alla medesima causale – violazione dell’obbligo di procedere al recesso secondo la disciplina dei licenziamenti collettivi

Tribunale di Massa – Sent. n. 124 / 2014 – Est. Agostini

 

Nota: nella sentenza, il Giudice, oltre a richiamare i requisiti stabiliti dalla Suprema Corte ai fini dell’accertamento della sussistenza di un unico centro di imputazione dei rapporti di lavoro, a fronte di una pluralità di soggetti giuridici, sembra voler porre l’accento anche sull’intento “fraudolento” sotteso al “frazionamento” (lo scopo di evitare l’assoggettamento alla c.d. “tutela reale”). Tuttavia, affrontando il caso concreto, così come avviene per la maggior parte dei casi esaminati dalla più recente giurisprudenza, non si sofferma particolarmente su tale aspetto “intenzionale” e pare, piuttosto, darlo per “presupposto”, ponendo maggiormente l’accento sugli elementi distintivi.

 

licenziamento collettivo – comunicazione alla direzione del lavoro all’esito della procedura – requisiti

trib-fi-27-5-13

La comunicazione alla direzione del lavoro ex art. 4 comma 9 L. 223/1991 deve contenere la precisa indicazione su come i criteri di scelta adottati abbiano portato a licenziare alcuni lavoratori in luogo di altri. La mera indicazione dei lavoratori licenziati e del criterio di scelta adottato non consente al singolo dipendente di percepire con chiarezza perchè lui e non altri sia stato destinatario del licenziamento e comporta l’illegittimità del licenziamento stesso.

Tribunale di Firenze, Ordinanza 27 maggio 2013 – Est. Rizzo

LICENZIAMENTO COLLETTIVO – GENERICA INDICAZIONE DELLE RAGIONI DELL’IMPOSSIBILITA’ DI ADOTTARE MISURE ALTERNATIVE – OMESSA INDICAZIONE DI TUTTO IL PERSONALE COINVOLTO NELLA PROCEDURA – ILLEGITTIMITA’ DEL LICENZIAMENTO – SUSSISTE

 

Trib. Firenze Sentenza 1395.2012 del 20.12.2012 Est. Taiti

 

Conf. Trib. Torino 17.10.2012

Trib. Torino Sentenza 17.10.2012 Est. Fierro