Categoria: Trattamento di fine rapporto

Fondo di garanzia INPS – intervento in favore di lavoratori dipendenti di imprese non più soggette a fallimento per decorso del termine a quo dalla cancellazione dal registro delle imprese – sussistenza – prova certa dell’insolvenza per le somme coperte dal Fondo di garanzia – Non necessità di esperire l’esecuzione forzata sicuramente negativa

sent-51-2015

 

Ove l’impresa datrice di lavoro, astrattamente assoggettabile a procedura concorsuale,  sia cancellata da oltre un anno dal Registro delle Imprese e non sia più, pertanto, possibile richiederne il fallimento, l’intervento del Fondo di Garanzia per i crediti retributivi non pagati può essere fatto valere dal lavoratore  sulla base delle norme che ne disciplinano l’intervento per i dipendenti delle imprese non soggette al fallimento.

Ove sussista prova certa che l’azione esecutiva nei confronti dei soggetti obbligati non sarebbe in grado di coprire gli importi garantiti dal Fondo di Garanzia, quest’ultimo è tenuto all’intervento senza necessità, per il lavoratore, di esperire ulteriori inutili azioni esecutive di cui risulta certo il carattere vano

Tribunale di Firenze, Sentenza n. 51/2015, Est. Santoni Rugiu

INPS – Fondo di garanzia – Illegittima la pretesa dell’Istituto della consegna del titolo esecutivo originale

Trib-PI-29.5.2013

Fondo di Garanzia gestito dall’INPS – E’ illegittima la pretesa dell’Istituto di subordinare l’intervento del Fondo alla consegna – da parte del lavoratore – del titolo esecutivo originale, ottenuto nei confronti di datore di lavoro non soggetto a procedure concorsuali. Tutti gli elementi necessari all’Istituto per provvedere all’intervento del Fondo e surrogarsi nella posizione del lavoratore, infatti, possono risultare anche da una semplice copia conforme del titolo. Il titolo esecutivo originale, inoltre, è invece necessario al lavoratore per poter procedere all’eventuale recupero di somme a lui dovute ma non coperte dal Fondo di Garanzia.

Tribunale di Pisa, Ordinanza 29.5.2013 (proc. n. 605/2013) – Est. Tarquini

Azione surrogatoria – Limiti – Cessione di azienda

Azione surrogatoria – Finalità – Impedimento di effetti pregiudizievoli derivanti dall’inerzia del creditore – Finalità raggiungibile in maniera diretta dall’azione – Necessità – Finalità raggiungibile in maniera “mediata” mediante il successivo esercizio di ulteriore azione – Inammissibilità

Cessione di azienda – nullità – motivo illecito –  esecuzione parziale delle obbligazioni assunte – prova del motivo illecito – insufficienza –

L’azione surrogatoria consente di agire per far valere il diritto di un terzo, di cui si è creditore, impedendo gli effetti pregiudizievoli derivanti dall’inerzia del terzo nei confronti del proprio debitore. Tale effetto deve essere conseguenza immediata e diretta dell’azione. Non è pertanto ammissibile l’azione surrogatoria con cui si chiede l’annullamento del contratto con cui il terzo ha ricevuto in affitto un’azienda ma il cedente, inadempiente, non gli ha trasferito le somme del TFR dei dipendenti trasferiti, poichè questo porterebbe non ad incrementare il patrimonio del terzo (come invece ove fosse richiesto  – piuttosto –  l’adempimento del cedente), bensì a depauperarlo, mentre l’eventuale azione di risarcimento del danno conseguente non è un effetto immediato dell’azione surrogatoria, ma solo una eventuale ulteriore azione cui l’azione surrogatoria non risulta essere strumentale.

Ove si assuma che un contratto di trasferimento di ramo d’azienda è finalizzato solo a liberarsi di un’attività poco redditizia e dei dipendenti in essa impiegati mediante trasferimento a soggetto poco solvibile per poi “farlo morire”, occorre la prova effettiva della non redditività del ramo e del motivo illecito sotteso al negozio, non essendo sufficiente, al fine di tale prova, che il soggetto cedente si renda inadempiente col mancato trasferimento al cessionario degli importi del TFR maturato dai dipendenti

Tribunale di Firenze, Ordinanza collegiale ex art. 700 cpc  del 21.9.2011 – Est. Rizzo

Trib-fi-21-9-2011